RELAZIONE CON I DOCENTI:

RELAZIONE CON I DOCENTI:

~ cosa fare e cosa non fare ~

Con suggerimento di @annagin8 oggi voglio provare a racchiudere in un post ciò che uno studente DSA (ma non solo) non vorrebbe mai sentire dire e cosa invece vorrebbe sentire.

Cosa non si vorrebbe mai sentire :
” ma ti vuoi impegnare?”, “ma neanche una lumaca è così lenta!”, “sei solo uno/a sfaticato/a”, “smettila di sparare a caso”, “quando guarisci?“,”mo’ siete tutti dislessici..!”, “ah non sapete proprio più cosa inventarci pur di non studiare”, “ma vuoi muoverti a far da solo/a?”, “non sei abbastanza grande per leggere per conto tuo?”…. E tanto altro.

Queste sono alcune delle frasi che si sento più spesso pronunciare dai docenti, come può allora uno studente fidarsi, sentirsi accettato o provare a instaurare un rapporto di fiducia con un adulto che pensa ciò di lui? Non può.

Cosa si vorrebbe, invece, sentire:

“so che fai tanta fatica ma sono certo/a che ce la farai!”, “wow ma che bravo/a”, “posso aiutarti?”, “se hai bisogno sai che io ci sono”, “prova non ti preoccupare”, “dai che ce la fai!”… E tante altre parole belle, di supporto, di stima, di fiducia, di affetto, di “io credo in te”. Ecco che allora si instaura un buon rapporto, sai che ci puoi provare fino in fondo e c’è qualcuno che è pronto ad aiutarti non a giudicarti, a farti i complimenti e sostenerti, magari anche solo con un sorriso.

I commenti sono chiusi.