Sentimenti e dislessia:

Sentimenti e dislessia:

  • Prima parte

Oggi accolgo la proposta di @KRISTI_KOVE che mi chiedeva di parlare di dislessia e sentimenti.

Bene, come sai per alcuni di noi può essere difficile esprimere il proprio pensiero a parole, le nostre idee. Nella nostra testa come spiego spesso è tutto chiaro, ordinato, fila tutto ma poi… Poi sembra che bocca e cervello non si parlano e quindi o non riesci a dire nulla o riesci a dire solo 1/3 di quello che realmente volevi.

Questo succede in tantissime occasioni, che sia un interrogazione, durante una conversazione qualsisi durante il giorno…

Pensiamo ai sentimenti, alle emozioni e ai pensieri…. Che tutti noi proviamo.

Spesso è difficile descrivere a parole quello che si prova, pensa poi se testa e bocca non si mettono d’accordo e non ti fanno dire a voce ciò che hai in mente….

Ecco pensa ora se una ragazza deve dire al ragazzo che le piace una cosa come “sei un ragazzo davvero dolce, tenero, carino, mi fai stare bene” e di tutto ciò dice solo “sei carino”… E questo non lo fa per timidezza ma per difficoltà di espressione, perché si è un’altra nostra difficoltà.

Pensiamo anche solo se parlando tra amici si ha voglia di esprimere un proprio pare, giudizio in merito a qualcosa e non si riesce…

Quanto può essere frustrante tutto ciò? Tanto.

Quanto può contribuire ad abbassare l’autostima? Tanto.

Le persone sono sempre disponibili e pronte ad aiutarti o ad aspettare i tuoi tempi? No.

I commenti sono chiusi.