BULLISMO:

BULLISMO:

~ seconda parte ~

Nel post precedente ho parlato un po’ della mia esperienza con il bullismo…

Ecco che ora voglio provare a raccontare una ripercussione che ha avuto su di me.

Per anni, sopratutto durante quegli anni, non riuscivo a guardare un film, un cartone, oltre che per l’aspetto dell’attenzione su cui già ho parlato era legato anche all’aspetto emozionale.

Spesso nei film o nei cartoni ci sono scene di amicizia, io per anni non ho avuto nessuno… Quando ero convinta di aver trovato qualcuno che mi voleva bene, ci teneva veramente a me.. Ecco che mi volta va le spalle…

Vedere le scene di gente felice, che si divertiva, poteva ricevere abbracci, fare esperienze, tutto ciò che per me era impossibile mi faceva soffrire…. E ecco che allora mi veniva da piangere, stavo male…

Per non parlare poi di tutti quegli eventi dove mi ritrovavo criticata e giudicata, ricodilizzata e… Si sa nei film, nei cartoni fanno vedere scene di bullismo.

Era come uno specchio alla realtà per me… E tutto ciò mi faceva soffrire tanto…

Ovviamente però non potevo dimostrare di stare male, far vedere di stare male….

In classe c’era un periodo dove si guardavano molti film e per me era una sofferenza…. Mi appoggiavo sul banco, facevo finta di addormentarmi, in realtà… Piangevo… Ma non lo facevo vedere, nessuno lo sapeva, avevo imparato a mascherarlo bene.

A casa evitevamo tutti quei film dove c’erano quelle scene… Anche se non era facile… C’erano giorni dove magari mi guardavo io un film ed ecco la scena…

Siccome però da piccola non volevo far sapere (anche se lo sapevano) che soffrivo, non volevo far preoccupare i miei genitori, quando avevo un momento di crisi dicevo che stavo guardando un video del mio idolo che in quel periodo seguiva una bimba malata di tumore e la supportava. A volte era vero ma… Non sempre…

I commenti sono chiusi.