Ma quindi devo alzare la destra o la sinistra?

Ma quindi devo alzare la destra o la sinistra?

Oggi ti voglio raccontare di un’altra difficoltà che forse per molti è sottovalutata, pensano “Vale perché ce lo stai spiegando? È ovvio!” ma… Per molti altri è una novità, non ne hanno mai sentito parlare o non ci hanno mai dato peso…

Di cosa sto parlando? Dell’imitare.

Spesso a scuola, nello sport, durante dei giochi,… viene chiesto di imitare dei movimenti.

Ad esempio, alzare il braccio destro, battere il piede sinistro per terra… Seguendo la persona di riferimento, insegnante, coach o altra figura, posta di fronte a tutti.

Per noi DSA questo può essere un compito difficile per alcuni motivi.

Il primo, beh, perché bisogna riuscire spessissimo velocemente a vedere cosa viene fatto e poi imitarlo, ma… Noi abbiamo bisogno di elaborare le informazioni, un po’ come quando spiegavo del giocare con maus e tastiera o il controller e vedere intanto lo schermo ed elaborare le info che si vedono…

La seconda e questa penso quella meno valutata, noi abbiamo difficoltà nella discriminazione di destra e sinistra e questa difficoltà viene alimentata se si tratta di immagini speculari (che si riflettono come nello specchio e quindi i lati si invertono).
Ecco che allora, se la persona davanti a me alza la mano che per lei corrisponde a destra, per me sarebbe sinistra (perché da specchio) quindi automaticamente alzo la mano che corrisponde a quel lato, quindi sinistra, non facendo il pensiero di inversione e quindi di alzare il braccio opposto, la mia destra.

Questo per alcuni insegnanti, coach non è un problema, te lo fanno notare e ti spiegano che devi pensare inverso. Chi invece lo vede come una presa in giro, un fatto di menefreghismo, si distrazione, di non ti stai concentrando, non ti stai impegnando… E tanto altro… Tante sono le urla, le sgridate e pur facendo presente che è una tua difficoltà tutto ciò non cambia…

C’è chi come me se concentrato si immagina una lunga linea che collega le due braccia e mi aiuta a decidere veloce quale alzare e quindi trova il suo metodo ma… Chi invece ha tanta difficoltà e non ci riesce. Posso dire che, se vengo colta all’improvviso, nonostante sono in grado di compensare ci casco anch’io, poi si me ne rendo conto e mi correggo ma perché sono grande, ma… Posso assicurarti che non è facile!
Per noi è giusto così…. Noi lo vediamo così…
E se vedi una cosa come fai ad accorgerti di sbagliare?
Spesso da quelle persone che ti sgridano ti viene chiesto “ma non vedi che stai sbagliando?” e la risposta è sempre “no”… Perché finché non ci viene fatto notare per noi è giusto, non è colpa nostra… Non lo facciamo a posta… Al contrario di come molti invece pensano…

I commenti sono chiusi.