Dislessia, DSA e videogiochi:

Dislessia, DSA e videogiochi:

Oggi proverò parlarti dell’argomento proposto da @places_and_emotions.

Inizio con dire che, sì possono esserci diverse difficoltà anche quando si gioca con i videogiochi legate a uno o più DSA. Dal tronde come dico sempre, non siamo dislessici solo a scuola! 😂

Qui sotto cercherò di riportare quelle che ho osservato di più in me e per quanto possibile cercherò di argomentare.

  1. La prima difficoltà che andrò a spiegarti è legata alla lettura.

Quante volte nei videogiochi ti viene chiesto di leggere i dialoghi? Spessissimo.
Alcune volte c’è la possibilità di scegliere noi quando andare avanti e questo può essere facilitate ma tante altre volte no.. I dialoghi, il testo scorre a velocità della luce, come i sottotitoli di un film, spesso portandoci a non riuscire a leggere più di 2 parole per frase. Risultato? Beh inanzi tutto che non si comprende praticamente nulla, seconda si prova tanta ansia, frustrazione, fastidio, senso di inadeguatezza, terzo beh la stanchezza è tanta, perché si leggere tanto magari anche sotto stress appunto dovuto al fatto che le parole scorrono a velocità della luce non è facile….
Oltre che a questo beh… Può esserci anche la difficoltà di comprensione, quindi il capire bene la storia, se già nei libri, testi, ogni tanto ci si perde e si ha necessità di rivedere qualche parte perché persa, figuriamoci con un gioco dove non si può tornare indietro e rileggere le parti mancanti per cucire tutt’insieme la storia…

Per non parlare più di quelli dove devi scegliere le opzioni e continuare tu le storie…

  1. La seconda difficoltà è legata alla percezione ed elaborazione immediata delle informazioni, magari legando anche la coordinazione occhio-mano

Sappiamo che noi abbiamo un margine di tempo più largo rispetto ai normolettori per elaborare le informazioni, pensieri e di conseguenza a dare anche risposte, che siano verbale o fisica.
Ecco che spessissimo nei giochi bisogna vedere l’immagine, magari fare anche un associazione suono-immagine la quale avviene per brevi secondi, velocemente e richiede una risposta immediata, cosa per noi davvero tanto complicata.
Mi viene da pensare ad esempio Fornite, ma potrei citarne altri mille di giochi, senti i passi avvicinarsi a te, devi quindi subito registrare il suono, capire a cosa corrisponde, elaborarlo, capire di girare la visuale, cercare velocemente il nemico, quindi lavorare velocemente sulla decodifica delle immagini viste e cercare il nemico, vederlo, elaborare che quello è il nemico, elaborare cosa fare, quali sono i tasti da schiacciare, fareil coordinamento occhio-mano che spesso è difficile, mettere daccordo occhi – cervello-mani, gestire il joistick, la tastiera (schiacciando lo spazio giusto!) e sparare.

  1. La terza difficoltà potrebbe essere legata al concetto visivo-spaziale, orientarsi sullo schermo, orientarsi negli spazi decisi dal gioco, sul controller, schermo, tastiera, in tempi brevi, con richiesta di precisione, per niente facile… Oppure il diversi orientare sulle mappe, con le mappe…
  2. La quarta difficoltà può essere legata al calcolo, quante monetine mi servono per compare quell’edificio, skin, oggetto ecc? Quanto ne guadagno alla volta? Quanto manca? Quanto avanza? Ecc…
  3. La quinta difficoltà può essere legata alla disortografia, ci sono fuochi dove ti chiedono di scrivere parole o frasi ma tu sbagli magari proprio quella parola e.. Te la da errore… E tu sei convito che è corretta…
  4. La sesta difficoltà può essere legata alla memoria, nostra accerrima nemica… Ricordare nomi, posti, mappe, missioni e tanto altro… Per niente facile e frustrante!
  5. La settima difficoltà può essere legata al destra – sinistra, dover distinguerle veloce o perderai…

La difficoltà più grande per me è elaborare velocemente e dare risposte immediate…

Ti viene in mente altro? Scrivilo qui sotto nei commenti ⬇️

I commenti sono chiusi.