Un museo inclusivo:

Un museo inclusivo:

Oggi voglio condividere con voi una bellissima cosa che è successa venerdì…. Come molto di voi sanno, sono stata a Innsbruck (Austria). Oltre a vedere la città, che avevo già visto da più piccolina, con la mia famiglia siamo andati a vedere la residenza ufficiale del governatore del Tirolo, un palazzo imperiale sostanzialmente, che prende il nome di Hofburg.
Al suo interno non ho potuto fare foto purtroppo… Però… A avere stanze stupende, che ti lasciano veramente 😱 c’erano molti cartelli con le spiegazioni e… Erano scritti in 3 lingue, tedesco, italiano e inglese. Tre lingue che conosco, ho optato per l’italiano ma solo per comodità.
E… Dopo il primo cartellino che mamma ha letto ad alta voce per aiutarmi come di solito facciamo, la ho stoppata e le ho detto “mamma non serve, sono scritti ad alta leggibilità, riesco a leggerli da sola!”.
Avevano il carattere Verdana, spazio interlinea 1,5 e c’era dello spazio tra le letterine, paroline, la grandezza in alcuni era 12 e in altri 14.. Tutto ciò mi ha permesso di leggere in autonomia, in modo scorrevole, certo mi fermavo quando trovavo una parola che non conoscevo, i nomi li saltavo, leggevo solo l’iniziale così come le date le guardavo ma non le leggevo ma… Il resto del testo lo leggevo eccome capendo cosa stavo leggendo!
È stata per me una grande emozione riuscire a leggere in modo autonomo, senza troppa fatica o difficoltà!

Spero che presto diventerà un abitudine e non una cosa che ogni tanto accade…

I commenti sono chiusi.