Bici e DSA:

Bici e DSA:

L’altro giorno stavo andando in bici con mio fratello e mio papà, eravamo su una pista ciclabile, inizialmente aveva due careggiate, una per chi andava in una direzione e l’altra per l’altra direzione, entrambe ben delimitate da linee continue…

Sapevo che dovevo stars nel mio spazio, non era facile ma ci stavo.

Un po’ come quando sul foglio a righe ti dicono che devi staredemtro le righe, arrivi sempre a bordo, al limite ma stao dentro…

A un certo punto la ciclabile non ha più le linee, le carreggiate ben distinte, chi va in una direzione si deve tenere su un lato e chi va dall’altra, sull’altro lato, ma non ci sono linee si riferimento.

Ecco che tutto si complica, ho provato le stesse sensazioni di quando mi viene dato un foglio bianco e mi viene chiesto di scrivere dritto, penso di scrivere dritto ma… Non è dritto per niente…

Dove sono sul foglio? In alto? In basso? A metà? Sto tendendo ad andare verso l’alto o il basso? Non riesco a trovare risposta…

Uguale in questo caso, facevo fatica a gestire gli spazi, tenevo come riferimento chi cera davanti di me, il fatto che vicino a me doveva esserci sempre lo steccato o qualcosa, ma… Ogni tot dovevo correggermi perché tendevo ad andare dall’altra, non capivo dove mi trovavo e dovevo continuare a ricercare i miei punti di riferimento. Proprio come succede sul foglio, i puntini che mi disegno per potermi orientare…

I commenti sono chiusi.