Ci sono troppi compiti non so mai da dove cominciare…

Ci sono troppi compiti non so mai da dove cominciare…

Qualche settimana fa, parlando con qualcuno di voi è venuta fuori questa frase e… Subito mi si è rinfrescata la memoria, mi sono tornati a galla i momenti delle medie dove i compiti erano davvero tantissimi, così come le cose da studiare, facevo davvero fatica a starci dietro…
In più non avevo la possibilità si fare solo una parte di essi e quindi essere dispensato dal sovraccarico di esercizi perché… Sì avevo il Pdp peccato però che ai miei prof non stava bene e non lo rispettassero…
Dovevo fare TUTTI i compiti, dovevo studiare TUTTO come i miei compagni, se non succedeva arrivavano le sgridate, le note o le punizioni (esercizi in più)… Se avevo la giustifica dei miei genitori che spiegavano che non li avevo fatti non perché non avessi avuto voglia ma perché non avevo abbastanza tempo, arrivavano i commentini poco desiderati e spesso le derisioni e urla…
Ero piccola, avevo scoperto da poco i DSA, si sapeva poco, la prima media la ho iniziata nel 2011 e avevo tantissime difficoltà stavo iniziando a capire come affrontarle di sicuro non sapevo e non sapevamo che invece era un mio diritto…
Ricordo le mie facce perplesso quando negli anni delle superiori altri docenti mi dicevano “Vale puoi fare solo la metà degli esercizi” oppure “Vale tu fai solo quello che riesci” ormai venivo da 3 anni di tortura, da 3 anni di fatiche, di ansia nel riuscire a gestire e fare tutto per me era inconcepibile fare solo parte di compiti o di studio e quindi ho sempre voluto fare TUTTO. Far solo una parte mi era impossibile, mi rimbombavano le urla, le sgridate e mi faceva sentire di meno rispetto agli altri, diversa…
Tornassi indietro non lo rifarei, ma.. È andata così… Ora mi batto perché il Pdp venga rispetto e non veniamo ettichettati come “i diversi”.

I commenti sono chiusi.