La scelta del diario:

La scelta del diario:

All’arrivo dell’inizio dell’anno scolastico arriva il momento di dover scegliere il diario che ci accompagnerà durante tutto l’anno.

Penso sia uno si quei momenti più difficili della scelta del materiale.

Iniziano così a esserci tanti fattori come, copertine super belle ma poi all’interno impossibile da leggere o fogli dove è impossibile scrivere.

Ecco che allora inizia il primo scarto, si inizia così a dare priorità all’interno anziché esterno.

Apri guardi, no.

Apri, guardi, no.

Inizi poi a trovarne qualcuno, inizi a metterlo da parte.

Tutti quelli che hai messo da parte poi hanno qualcosa di positivo e qualcosa di negativo, chi ha le righe ma I caratteri con cui vengono fritti i giorni sono inleggibili, altri che hanno puntini che fungono da righe o quadretti ma hanno caratteri leggibili, altri che hanno quadretti ma non hanno i giorni segnati.

Disperazione.

Penso che sia davvero difficile scegliere e allo stesso tempo molto scoraggiante e frustrante perché ti senti inadatto, sbagliato, ancora una volta. Vedi tutti gli altri arrivare guardare le copertine, prenderne uno e già, mentre tu devi guardarli tutti, ci passi almeno un ora davanti a quello scaffale e magari poi vai via anche a mani vuote con l’autostima sotto i piedi…

Dopo un po’ di crisi riprovi, ricominci tutto da capo, escludi subito quelli con i puntini o x perché sai che non riuscirai mai a leggere e scrivere li sopra, nonostante magari ti pianga il cuore perché la copertina era bellissima, poi inizi a pensare righe o quadretti? Io ad esempio preferisco le righe sia per leggere che per scrivere.

Ne resta solo 1 o 2,ma…i caratteri del giorno non si leggono bene perché magari scritti in corsivo.

Allora guardi anche quelli a quadretti e salvo quelli con la data leggibile e poi a furia di indecisioni ne scegli uno….

E per te quant’è difficile la scelta del diario? Quali sono le emozioni che provi?

I commenti sono chiusi.