Dislessia e università:

Dislessia e università:

3/5

Cosa è previsto per lì studenti DSA all’università?

Durante l’anno accademico la linea guida da tenere come riferimento è quella del 2011.
In questa linea guida vengono specificate le misure, gli strumenti le modalità di verifica da dover adottare.

Per quanto riguarda gli strumenti compensativi, sostanzialmente sono sempre i soliti, quelli che conosciamo dal momento in cui viene redato il nostro primo PDP e iniziamo ad entrare nel tema didattica e dislessia. Alcuni esempi, possono essere: il PC, il registratore, la calcolatrice, sintesi vocale, correttore, mappe, schemi, formulari, tutor…

Così come per quanto riguarda le misure dispensative, come ad esempio: possibilità di suddividere la materia d’esame in più parti, fare più prove orali che scritte….

Lo studente deve sempre concordare le proprie scelte con il docente, o tutor.

Anche questa volta, le informazioni più teoriche le ho prese e poi rielaborate da @associazioneitalianadislessia.

Ebbene sembra tutto bello vero? Ma è sempre così? Nel prossimo post racconterò un po’ delle vostre esperienze che mi avete raccontato nei direct 💕

I commenti sono chiusi.